Karletto

“Tutte le mattine devo alzarmi odiando qualcuno.” Prof.F.Scoglio

razorback 2.0 sembra pieno

ovviamente i titoli sono fatti per nascondere al proletariato la vera essenza del conflitto capitale-lavoro.
e io non so cosa scrivere, ho solo urgenza di comunicare, in un sabato sera che poteva finire in modi totalmente diversi ma soprattutto che poteva iniziare in modi ancora più – o meno – roccamboleschi.
e invece sono qui a sbattere la testa, craniate su craniate perchè vabbè essere noglobbal, però c’è pure il lato umano.
ecco, aspetto che esca un instant book o un film sulla “generazione noglobal”, anche se il momento del boom mediatico ce lo siamo persi con genova.
ora mi sa che è difficile svoltare qualche soldino vendendosi da noglobal d’annata duroepuro.
dicevo oggi, e la mia schizofrenia mi aiuta a saltare di palo in frasca, che vorrei addormentarmi stasera e svegliarmi fra un anno.


un anno preciso.
magari mi sveglio e siamo in uno stato di rivoluzione permanente, magari al risveglio ad attendermi ho giusto quelle 200 fans che vorrebbero un figlio da me [a proposito, ho da fare un’uscita con alcune ex letterine, ma questa è un’ altra storia. si sappia solo che sono brutto, mediamente sovrappeso e per nulla simpatico. e ancora meno brillante], l’atalanta ha vinto lo scudetto e sono stati riesumati quei simpatici parchi giochi per la borghesia che erano i gulag.
magari mi sveglio e ho le idee chiare su quello che voglio fare *da grande*, su come comportarmi con il resto del mondo e su quanto potrei essere maturo nella vita.
anche perchè fra un anno avrei 28 anni, mica cazzi.
per un calciatore è il momento della maturità.
perchè non ho il fisico e soprattutto la mia formazione politica me lo vieta, se no l’altra opzione praticabile – oltre al letargo – sarebbe la legione straniera. mi farei dei tatuaggi ancora più ignoranti e mi vanterei al bar di tutto ciò. sai che stile? sparisci e nessuno sa dove sei finito, e tu nel frattempo ti crogioli nel fare le flessioni nel fango e nello sparare a tutto quello che si muove.
e domani mattina non vado a giocare al pallone, il mio primadonnismo mi impone che non mi presento al campo dopo avere lanciato la maglia in contrasto con le scelte del mister [ovvero: non farmi giocare. sì, sono una chiavica che pensa di fare solo colpi di tacco, ma facciamo il campionato di calcio a 7 della uisp…].
diocan, mi piace rendermi antipatico e scostante. perchè il mondo se lo merita. è finito il tempo dell’orsetto buontempone, ora c’è il pezzodimerda.
intanto, il mio server di posta è ancora giù, colpito dal solito complotto demoplutomassogiudaico che impedisce ai poveri cristi come me di leggere la posta. non che mi arrivi granchè, ma in un modo o nell’altro i minuti che mi mancano a schiattare li devo passare.
al mondo, c’è qualcuno di buono e qualcuno no. A me interessa solo stare dove c’è bruce willis.

chiudo con una citazione, perchè in fondo è giusto così
la realtà è solo l’effetto prodotto dalla mancanza d’alcool – jack nickolson

e qualcuno al mondo sappia che prima o poi diventerò uno strangolatore thug [e chi non sa cosa sia uno strangolatore thug è pregato di:
a) vergognarsi
b) cercare su google
c) impararlo a memoria
d) cercare di diventare uno strangolatore thug] e qualcuno perirà…

colonna sonora della serata:
* vasco rossi
* nuvolablu
* assalti frontali
* propagandhi
* leatherface
* il rumore sommesso della gommapiuma che mi hanno messo al posto del cervello

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: