Karletto

“Tutte le mattine devo alzarmi odiando qualcuno.” Prof.F.Scoglio

Appetizer


Bon.
Torno a scrivere qui sopra.
Prendete un po’ di lavoro [ma giusto un po’], mischiatelo a un pizzico di vita privata, aggiungetevi una buona dose di militontismo e dedizione alla causa. Correggete il tutto con la giusta dose di pigrizia e una connessione a volte biricchina.


Il prodotto finale è un’indolenza epocale nella scrittura, una tempistica sballata come le analisi delle urine di un ciclista, un “vorrei dire ma non riesco” che non è tanto un “blocco dello scrittore” ma una congiunzione astrale di stronzate.
Oltre ovviamente all’acquisto di una consolle per giocare, condivisa con il mio coinquilino [con il quale ho festeggiato giusto oggi un anno di convivenza, e che mi ha fatto pure un regalino. Tralascio sul fatto che ovviamente il regalo risulta rubato ed è un posacenere di ghisa a forma di faccia di maiale].
Mi sto vivendo ora un periodo da studente 20enne fuori sede: consolle, birra, spinelli.
Il tutto a discapito della mia creatività e mettendo in risalto la mia personalità [fra le molteplici che porto in giro con i miei quasi 90 kg.] odio a todo el mundo.
Mi suona nel cervello in questi giorni la canzoncina dei Konfettura [e chi li conosce e mi segnala dettagliatamente la loro breve ma fulminante carriera alla mia mail vince una birra offerta dal sottoscritto e tante pacche reduciste sulle spalle] che recitava “ho voglia di vacanze”.
Segnale d’allarme.
Dopo essermi giocato per vari motivi le vacanze estive 2006 [e avere fatto su teppismoDOTorg un congruo report dei pochi giorni passati lontano dalla little town bastard place per eccellenza, ovvero Bergamo], sono in compressione.
Ritornando a discorsi più seri, avrei voluto narrare, raccontare, per AdMinchiam le biografie non convenzionali di tre delle mie icone personali, ovvero Stan Collymore, Mario Jardel e Tony Cascarino, centroavanti di peso con qualche problemino con la cabeza e non in senso calcistico.
Resterà uno dei miei rimpianti più grandi il non avere completato questo simpatico quadretto [grazie anche alla mia poca perizia tecnico-computeristica], quasi quanto non essere riuscito a stilare una formazione di calciatori con cognomi palindromi.
Nella vita ci vogliono delle certezze, e io senza il Patto di Varsavia mi sento un po’ solo e al posto di rifugiarmi nella comodità della ddroga mi getto a capofitto nella ricerca culturale, nello studio.
Quindi se trovate calciatori con cognomi palindromi segnalatemeli alla mail di cui sopra: mi sento un ragazzotto incompleto senza.
Nel mentre sono rimasto in maglietta, la felpa aziendale del mio centro sociale tiene troppo caldo per i 30°C della stanza del potere al lavoro: i caloriferi lavorano a pieno regime e ho il sospetto che ad alimentarli ci sia una caldaia a carbone con degli gnomi che continuano a riempire la fornace tanto la temperatura si sta facendo tropicale… Se trovassi gli gnometti di cui sopra potrei farne un simpatico patè, data anche la mia scarsa simpatia verso le persone svantaggiate verticalmente [a parte mio figlio a.k.a. ill nano].
Il dibattito intellettuale nel pensatoio di via Galgario n.°3 a Bergamo si è risolto in un sequestro di svariati cartoni di Castellino, una rissa sedata e una sequela di bestemmie per l’ennesimo infortunio sul lavoro ad un nostro ospite, che ovviamente lavorava su un cantiere in nero.
Penso che se siete finiti qua sopra vi potete risparmiare delle considerazioni generali sul conflitto capitale-lavoro e sulla precarizzazione dell’esistente, penso che se siete venuti a visitare teppismoDOTorg è per quel mix fra lo snobismo dato dall’assoluta discontinuità del nostro progetto e il voyeurismo tipico di quest’inizio di millennio, dove i blog sono una vetrina dove da una parte mettersi in vista [a.k.a. scrivere dei cazzi propri] e dall’altra il desiderio di sbirciare nel privato altrui.
Anche qui mi fermo nel commentare la corsa al privato che blablablabla perchè non sono il vostro maitre à penser e se volete opinioni di un certo peso c’è gente pagata per farlo, quindi citofonate a lloro che io vengo pagato per fare l’animatore da villaggio vacanze in un dormitorio per senza fissa dimora.
Il mio stato d’animo tendente al livello “bile” è dato da diversi fattori, che ora elenco:
* rottura di un hard disk, chiamato hueyPnewton, contenente 250 giga di dati. Regalo di compleanno dei miei genitori che hanno ormai la loro età.
* morte del telefono cellulare.
* trovarmi su un fotolog di un amico [e fino a qui, tutto bene – come diceva qualcuno] e trovare nelle pagine pure la foto di una ex fidanzata.
* la temperatura da centro di nairobi in piena estate.
* la mancanza di generi di conforto anche lievemente alcoolici.
* la cronica mancanza di restyling per teppismoDOTorg e la mancanza dei feeder RSS.
Per non fare sempre la vittima delle situazioni, ci aggiungo i lati positivi degli ultimi giorni:
* il picture disc della colonna sonora di Miami Vice
* la maglietta “w la merda” neroazzurra dono dei miserabili atalanta per “meriti miserabili sul campo”. Ragazzi, sono commosso.
* l’aver svaligiato il libraccio quando vendevano i libri a buste e sagacemente mi sono accattato una serie di capolavori che ora stanno placidamente sparsi sul pavimento di camera mia.
* l’arresto di Coppola.
* avere il freezer pieno di scarpinocc de parr.
Per dare maggiori segni di instabilità aggiungo pure – senza alcuna continuità con nulla – uno stralcio di una cosa che stavo scrivendo l’11 gennaio e che magicamente non ho pubblicato.
Non per altro, eh.

La partita non può essere caricata.
Ore 8.25 del mattino, sveglia alle 6.40 per essere al lavoro alle 7, ovviamente la sveglia suona e suona e alle 7.20 finalmente mi rendo conto di fare ancora parte del mondo degli esseri viventi e mi presento in dormitorio con gli occhi cisposi, una felpa della puma anni 70 blu e azzurra [non quelle cose vintage che fanno tanto trendy e sono delle orride percezioni dell’abbigliamento degli anni 70. Questa è anni 70, di quando mio padre era 30 kg. in meno, aveva delle basette e dei baffi da film con maurizio merli e soprattutto 30 anni in meno] cacciata a caso sulla maglia del pigiama, la faccia che non è stata ancora in contatto con l’acqua e il sapone.
Uno schifo a vedersi.
Decido di iniziare la mattinata in decompressione cerebrale ma appunto la partita non può essere caricata e quindi i miei sforzi nel portare l’Auxerre in zona champions league con un 4-3-1-2 intrigante vanno a farsi benedire.
Mi abbandono, infilato sotto una coperta berbera, a righe blu, bianche e rosse, quindi a – nell’ordine – Doremi, Luca Tortuga, La Pantera Rosa, Doraemon, aspettando la triade della golden age [gli anni ottanta] delle televisioni private: i Chips, Supercar, Hazzard.
In maniera distratta faccio zapping e trovo sul terzo canale un documentario su De Gaulle, il movimento Francia Libera e le battaglie nel deserto libico anno di grazia 1942, croci di Lorena.
Alla fine, grazie anche al solito aiuto di wikipedia, mi faccio una cultura sul gaullismo, sulla resistenza di Valkenburg, sul credere al grande ruolo storico della Francia, sulle teorie eurocentriche di De Gaulle e l’asse franco-tedesco.

playlist:

visto:
* Borat – the movie. Commovente.
* Beverly Hills Cop 1
* American Dad – tutte le puntate uscite in italia. Chapeau a Seth McFarlane.
letto:
* G.Morozzi – Blackout. All’inizio stavo per bocciarlo, insieme al mio collega-bibliofilo che me l’aveva consigliato. Poi l’ho letto tutto di un fiato.
* Henning Mankell – i cani di Riga.
* il fumetto di Jay & Silent Bob
* Blackswift – Monocromatica. Per essere scritto da un interista è assai carino…
ascoltato:
* Montefiori cocktail – appetizer. Dai doors rifatti lounge e in italiano all’ultima madonna sempre in montefiori style.
* Metal carter – cosa avete fatto a metal carter?
* Colle der Fomento – Anima e ghiaccio.
mangiato:
* tartex
* scarpinocc
* insalata con mele fritte
* polpette di melanzane

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: