Karletto

“Tutte le mattine devo alzarmi odiando qualcuno.” Prof.F.Scoglio

Archivio per racconto

[racconto] O mia bela Madunina

Un racconto breve di fantapolitica, scritto con un pezzo di panettone in bocca. Lo potete scaricare QUI.

As usual, fatene ciò che volete…

– Dobbiamo farlo. Per il bene del Paese.

La stanza era satura di fumo e puzzava di sigarette spente male, alla faccia delle leggi anti-tabacco che pure qualcuno dei presenti aveva votato in Parlamento. Leggi il seguito di questo post »

[racconto] the italian mob

theitalianmobpicc[La pigrizia, si sa, è una brutta bestia]

Trovate un nuovo racconto in formato pdf QUI e, se volete stamparvelo a “libretto” lo potete scaricare QUI.

– Al mio tre entriamo, lampade alogene in mano. Mi raccomando, si entra tutti insieme, ci si dispone a semicerchio e si puntano le lampade al centro.
La ghiaia mista a sterpaglie secche e residui di pacchetti di sigarette scricchiolava sotto le suole a carrarmato degli anfibi.
Intorno c’era silenzio, solo il respiro di una decina di uomini vestiti di scuro con il passamontagna calato sul viso. […]

Al mio tre entriamo, lampade alogene in mano. Mi raccomando, si entra tutti insieme, ci si dispone a semicerchio e si puntano le lampade al centro.

La ghiaia mista a sterpaglie secche e residui di pacchetti di sigarette scricchiolava sotto le suole a carrarmato degli anfibi.

Intorno c’era silenzio, solo il respiro di una decina di uomini vestiti di scuro con il passamontagna calato sul viso.

[racconto] Volevo la maglia numero 7

piccola premessa: questo racconto è un work in progress, in definizione e in stesura. Conoscendo i miei tempi magari non sarà mai finito, ma tant’è…

Leggi il seguito di questo post »

La prima volta che ho visto i fascisti

un breve racconto, scritto anni fa e finito sul progetto di narrazione collettiva curato da Wu Ming “La prima volta che ho visto i fascisti”,  46 fra racconti e testimonianze raccolti per il 60° anniversario della Liberazione.

Ora non so se lo ri-scriverei così, ma tant’è.

Leggi il seguito di questo post »

[racconto] Ora abbiamo in dotazione un nuovo mezzo

sarà il caldo torrido di questi giorni, ecco che riesco a finire questo racconto iniziato tempo fa.

Come al solito, non ha pretese, fatene ciò che volete, leggetelo, inoltratelo, ecc…

Probabilmente lo troverete anche QUA.

Lo potete scaricare anche in formato PDF

Leggi il seguito di questo post »

[racconto] Abbiamo fatto una cazzata

nella aperiodicità totale di aggiornamento di questo blog, un racconto

Leggi il seguito di questo post »

Dedicato a Renato – Se bevi l’acqua fredda ti vengono le rane nello stomaco

Erano le 5 del mattino del 27 agosto 2006 quando all’uscita da una festa reggae presso il Buena Onda sul litorale di Focene, veniva aggredito e ucciso con 8 coltellate, da due giovani del luogo, Renato Biagetti. Un’aggressione premeditata avvenuta in pochi secondi. Pochi secondi e tanta ottusa e insensata follia, per infliggere otto coltellate dirette a punti vitali che hanno ucciso uno di noi…tutti noi.

Ho voluto ricordare quei giorni di un anno fa così, con un racconto. Prendetelo per quello che è, un racconto appunto, e fatene ciò che volete.

Verità per Renato

Leggi il seguito di questo post »